Vai direttamente ai contenuti della pagina
14 febbraio 2024

Presentata in Regione Lazio la 31ma Garmin Roma 2024.

Partenza sabato 13 aprile per la prima grande classica di vela d’altomare che apre il Campionato Italiano Offshore FIV.
Il Circolo Nautico Riva di Traiano rilancia con molte novità una delle regate più amate dai velisti: i contenuti tecnici del percorso lungo tutto il Tirreno.
Alla presentazione gli interventi dei navigatori Andrea Mura (in collegamento da Capo Horn!), Luca Rosetti, Cecilia Zorzi, Pietro D’Alì, e del presidente FIV Francesco Ettorre. La Regione Lazio rappresentata dall’Avv. Mario Luciano Crea Presidente della Commissione Sport del Consiglio Regionale del Lazio
 
La Sala Tevere del palazzo della Regione Lazio ha fatto da scenario prestigioso alla presentazione ufficiale dell’edizione 2024 della Garmin Roma per Due, per Tutti e per Uno, la prima grande regata di vela d’altomare della stagione che ai valori di sempre unisce molte novità interessanti.
Nata nel 1994 con il nome Roma per Due e con l’innovativo formato in doppio (equipaggi di due persone), la regata del Circolo Nautico Riva di Traiano si è arricchita nei suoi 30 anni di vita della versione per Tutti (equipaggi completi) e infine per Uno (prima regata velica d’altura in solitario sui mari italiani), diventando negli anni una classica molto amata dai velisti, la “regata oceanica del Tirreno”.
Il percorso, che prevede la partenza da Riva di Traiano (Civitavecchia), un gate a Ventotene, boa da girare a Lipari (isole Eolie) e ritorno libero a Riva di Traiano, per un totale sulla rotta diretta di circa 535 miglia, garantisce una navigazione tra le più interessanti, tecniche e complete, per scenari e condizioni meteo, del ricco panorama di regate offshore. Non è un caso che la Roma per Due sia da anni la tappa di apertura del Campionato Italiano Offshore allestito dalla Federazione Italiana Vela (FIV) e dall’Unione Vela d’Altura Italiana (UVAI). Considerando anche il coefficiente (il più alto tra tutte le prove del campionato), partecipare alla Garmin Roma per Due, per Tutti, per Uno, è il modo migliore per iniziare la stagione velica.
L’evoluzione della kermesse e la volontà di avvicinare sempre più armatori ed equipaggi alla vela d’altura, ha portato nel tempo alla creazione di altri formati connessi all’evento: la Riva per Due, per Tutti, per Uno, su percorso più corto e costiero: da Riva di Traiano a Ventotene e ritorno.
Dopo i saluti del Presidente della Commissione Sport del Consiglio Regionale del Lazio Mario Luciano Crea, del presidente del Circolo Nautico Riva di Traiano Alessandro Farassino, di Federico Forino per il title sponsor Garmin, e del presidente FIV Francesco Ettorre, la presentazione ha visto la presenza di molti velisti e navigatori, a testimoniare un momento di grande crescita della vela italiana anche nell’altomare come dimostrato dai recenti successi in oceano. Tra gli altri sono intervenuti il navigatore Luca Rosetti che nel 2023 ha vinto la Mini Transat, mitica corsa biennale che attraversa l’oceano Atlantico, la giovane Cecilia Zorzi, ex atleta delle classi olimpiche impegnata in una campagna in vista della Mini Transat 2025, consigliere della Classe Mini 6.50 Italia, la quale ha detto di prevedere la possibile presenza di 30-35 Mini 6.50 alla Garmin Roma per Due inserita nel circuito italiano.
Momenti intensi per il collegamento dall’Oceano Pacifico con Andrea Mura su Vento di Sardegna, impegnato nella regata intorno al mondo Global Solo Challenge. Andrea è nei pressi del temibile Capo Horn, impegnato da una serie di depressioni, ma ha voluto salutare i presenti: “Ho fatto almeno otto volte la Roma per Due e per Uno, in coppia e in solitario, è una regata bellissima e conto di tornare: il prossimo anno voglio farla insieme a mia moglie Daniela!” Andrea tra l’altro detiene il record della Roma per Uno con il tempo di 66 ore, 48 minuti e 55 secondi, stabilito nel 2016 con Ubiquity Vento di Sardegna.
Un altro saluto in collegamento è arrivato da Pietro D’Alì, uno dei grandi nomi della vela italiana (tra i pochissimi ad avere all’attivo Olimpiadi, Coppa America e giro del mondo), tuttora detentore del record della Roma per Due con il tempo di 53 ore, 38 minuti e 20 secondi fatto segnare nel 2012 in coppia con Michele Galli su B2. Pietro ha raccontato i suoi ricordi legati alla Transtirrenica e confermato il valore tecnico e il fascino di quelle 535 miglia: “Tornerò, è una delle regate più belle dei mari italiani.”
 
LE NOVITA’ 2024
Come annunciato al rilascio del Bando di Regata, la trentunesima edizione della Garmin Roma per Due segna il ritorno di una classe che ne ha scritto la storia: i Mini 6.50. Considerata la categoria di ingresso nel mondo della vela oceanica, la Classe Mini è cresciuta in questi anni e ha lanciato navigatori che sono già protagonisti a livello internazionale su classi maggiori, come Giancarlo Pedote, Ambrogio Beccaria, Alberto Bona, Alberto Riva, Andrea Fornaro, il citato Luca Rosetti, e numerosi altri giovani. Il ritorno dei Mini alla Roma per Due, inserita nel circuito italiano, porterà a Riva di Traiano anche barche ed equipaggi internazionali, dalla Francia e dalla Spagna. In particolare un buon numero di barche è atteso da Barcellona (città che a settembre e ottobre 2024 ospiterà la 37ma America’s Cup) dove c’è un centro tecnico Mini 6.50. E non a caso il Circolo Nautico Riva di Traiano ha organizzato per il rientro in Catalogna una regata dedicata, la Roma-Barcellona, che potrebbe diventare un altro classico.
Atteso un buon numero di Class40, la categoria offshore e oceanica del momento, a grande diffusione e con un movimento crescente proprio in Italia tra velisti, progettisti e cantieri, anche considerando che il famoso navigatore francese Kito de Pavant (varie volte protagonista alla Roma per Due) sta organizzando un circuito Mediterraneo.
 
Ma il grosso della flotta, il popolo della vela offshore che rappresenta un fenomeno sportivo negli anni recenti in Italia, è quello delle barche da regata-crociera, scafi ottimizzati per le regate d’altura in tempo compensato, con equipaggi che annoverano i più bei nomi della vela italiana e internazionale. Tra i primi ad annunciare l’iscrizione è stato NeoMind, Neo 430 dell’armatore tedesco Sacha Schroeder, scafo innovativo già a podio nella Middle Sea Race a Malta e vittorioso alla 500 Miglia in alto Adriatico, team manager Manuel Polo, timoniere e tattico Enrico Zennaro.
 
I DETTAGLI SULLA REGATA
Nel corso della presentazione, il direttore sportivo del CNRT Giuseppe Borrelli ha svelato i dettagli del programma, che prevede un’altra novità con un prologo il giovedi 11 aprile, una veleggiata non competitiva durante la quale a bordo i Mini 6.50 imbarcheranno ospiti e VIP, giornata che si concluderà con il crew party a Riva di Traiano. Venerdi 12 briefing tecnico e meteo con altro party per tutti. Il Race Director Fabio Barrasso ha descritto la partenza è fissata per sabato 13 alle ore 12:00 con il taglio della linea tra una boa e la torre del porto turistico Riva di Traiano e gli altri momenti salienti del percorso fino all’arrivo. Il meteorologo Gianni Bianchini ha spiegato il corso meteo che terrà ai partecipanti alla regata, mentre è stato fatto il punto sui corsi sopravvivenza certificati World Sailing presso il centro addestramento di Anzio, in convenzione per gli iscritti alla regata. Non mancherà il consueto briefing sicurezza con apertura di una zattera di salvataggio e analisi delle dotazioni, a cura del navigatore Giovanni Mengucci, in collaborazione
con Traiana Nautica 91 di Paolo e Luca Angelini.
La cerimonia di premiazione è in programma sabato 20 aprile alle 12 con rinfresco finale sulla terrazza sul Circolo Nautico Riva di Traiano.
 
MOLTA COMUNICAZIONE
Il nuovo sito della regata (https://romaper2.com) contiene la storia, i record, i riferimenti e soprattutto il Bando di Regata e i moduli per iscriversi, nonché news, lista iscritti, foto e video. Sempre più presente il CNRT sui social (facebook, instagram, youtube). La partenza sarà commentata in diretta e attraverso il tracciamento YB Tracking sarà possibile seguire tutte le barche durante l’intera regata. La stessa conferenza stampa di oggi è stata trasmessa in diretta social e puo’ essere rivista.
 
QUOTE DEI SALUTI ISTITUZIONALI INTERVENUTI
L’Avv. Mario Luciano Crea Presidente della Commissione Sport del Consiglio Regionale del Lazio: “Voglio farvi subito i complimenti per questa bellissima regata che ha oltre trent’anni di storia. Come sappiamo lo sport è entrato nella Costituzione ed è quindi oggi un valore protetto, uno stile di vita che tutti noi dobbiamo difendere e diffondere, attraverso l’educazione e la formazione. Per noi istituzioni inoltre c’è la grande sfida di rendere lo sport più inclusivo possibile, e credo questa regata sia un esempio che va nella giusta direzione. Concludo dicendo in bocca al lupo agli equipaggi e buon lavoro agli organizzatori.”
Alessandro Farassino presidente del Circolo Nautico Riva di Traiano: “Ringrazio la Regione Lazio per l’ospitalità e il presidente FIV Francesco Ettorre per la presenza e la vicinanza. Un grazie anche all’UVAI, al porto di Riva di Traiano, a Garmin, alla Classe Mini 650 che riaccogliamo con piacere nella nostra regata. Aspettiamo tante barche alla Roma per Due, per condividere lo spirito e l’ospitalità del nostro circolo con tutti i velisti.”
Il presidente FIV Francesco Ettorre: “Complimenti al presidente Farassino e al suo staff che organizza una regata da oltre trent’anni, non sono tanti gli eventi sportivi così longevi e questo vuol dire moltissimo per la capacità di sapersi rinnovare, avere visioni di lungo periodo. Eventi di questo calibro non si fanno da soli ma con grande impegno e passione. Buon vento a tutti i velisti.”
 


U.V.A.I. - Unione Vela Altura Italiana