Vai direttamente ai contenuti della pagina
16 maggio 2019

“Pili Pili” č Campione Italiano Open Half Ton Classics

Dal 9 al 12 maggio si è svolto a Fiumicino con l’ottima organizzazione del Circolo Nautico Tecnomar in collaborazione con Half Ton Class Italia sotto l’egida della Federazione Italiana Vela e dell’Unione Vela Altura Italiana, il Campionato Italiano Open Half Ton Classics, al quale per la prima volta quest’anno hanno partecipato due forti equipaggi stranieri, il team irlandese guidato da David Cullen, campione del mondo vincitore dell’ultima Half Ton Cup in Belgio, che ha noleggiato per l’occasione il mitico primo progetto vincente del 1977 di Farr “Gunboat Rangiriri” ed il team finlandese e belga di Toni Stolshek che ha portato il suo veloce “Superhero”, un Andrieu del 1988 sempre tra i primi dieci nel mondo, nelle nostre acque.

Dopo il primo giorno caratterizzato da cattive condizioni meteo che hanno costretto il bravo Comitato di Regata presieduto dal giudice nazionale Paolo Romano Barbera ad annullare le prove in programma, nelle tre regate tra le boe del giorno successivo con vento tra gli 8 ed i 12 nodi battaglia apertissima in acqua tra “Gunboat Rangiriri”, “Superhero”, “Pili Pili” il Farr 31 di Giorgio Martini e “Stern” il Ceccarelli di Massimo Morasca, l’equipaggio irlandese riusciva a prevalere ( 3,1,1) su “Superhero” (1,3,2) e su “Pili Pili” ( 2,2,3) , mentre “Stern” non riusciva ad andare oltre il quarto posto.

Il giorno successivo tutti in acqua per la determinante Long Coastal Race di 22 miglia  con coefficiente 1,5 e non scartabile,che costituiva anche la prima prova del Gran Premio Tevere evento dedicato a tutti gli scafi IOR. Condizioni di vento leggero da Sud Est piuttosto regolari permettevano al CdR   una puntuale partenza nella quale scattavano in testa “Gunboat Rangiriri” e “Stern” più attardati “ Superhero” e “Pili Pili” che dopo la boa davanti Ostia  recuperavano bene in poppa verso la boa di Fregene. Finale di bolina al cardiopalma per il calo del vento, “Superhero” superava “Gunboat Rangiriri” e vinceva la regata in reale ed in tempo compensato, “Stern” nonostante una buona rimonta non riusciva a prevalere in compensato su “Pili Pili” che così si metteva in tasca il titolo italiano con un giorno di anticipo.

Nell’ultima giornata si è disputata la Short Coastal Race su un percorso costiero di 11 miglia,  dopo una partenza in bonaccia dove “Stern” e “Pili Pili” riescono ad allungarsi , l’arrivo di un vento fresco da nord ovest permette il rientro in gara di tutta la flotta, si mette in evidenza “Prydwen” lo Ziggurat di Davide Castiglia che vince la regata, su “Rangiriri”, “Pili Pili”, “Superhero” e “Stern”.

L’equipaggio finlandese/belga di “Superhero” vince quindi gli Open Half Ton Classics d’Italia, “Pili Pili” di Giorgio Martini è Campione Italiano .

Vince il Gran Premio Tevere il competitivo equipaggio palermitano di “Joshua II “ il Three-Quarter Ton di Salvatore Caradonna

Numerosi gli eventi a terra che hanno allietato i regatanti, in particolare la serata musicale sul “Pietro Micca” nave a vapore d’epoca del 1895 perfettamente restaurata dalla Tecnomar di Fiumicino.(MM)

Classifiche e news : www.halftonclassitalia.org

Foto: Paola Delduce



U.V.A.I. - Unione Vela Altura Italiana