Vai direttamente ai contenuti della pagina
15 gennaio 2019

Due prove nella giornata di recupero all'Invernale di Roma.

Sabato 12 gennaio. Archiviate le feste natalizie la ripresa del campionato invernale si è presentata subito con un dubbio: proporre subito una giornata di recupero o aspettare il prossimo turno. All’unanimità la scelta è stata quella del recupero e si rivelata subito quella giusta. Mattinata molto fredda, con temperature a zero gradi, vento da tramontana teso e ghiaccio sulle barche. Ma la voglia di regatare era tanta e, quindi, nessuno si è perso d’animo: tubo d’acqua e scopettone e barca utilizzabile. Campo di gara Fiumicino in quanto le previsioni davano vento in calo e, con vento dai quadranti settentrionali, la zona è più ventosa. Giuria pronta ed efficiente e subito campo posato ed iniziate le operazioni di partenza. Soliti urli in partenza ma tutto regolare e con ottima velocità e prua tutte le barche si sono lanciate verso la prima boa. Il vento, abbastanza stabile come direzione, si è ben comportato anche come intensità mantenendosi sempre tra i 13 / 16 nodi. Prendevano subito la testa della numerosa flotta il Pifferaio Magico SMEA seguita da presso da Kalima e Non Mollare Mai mentre Adelante alternava momenti molto brillanti con improvvisi cali. Nel frattempo partiva il secondo raggruppamento e di nuovo partenza regolare. A quel punto la concomitanza del percorso breve, il numero delle barche, le continue evoluzioni e, complice il vento giusto, lo spettacolo era assicurato. Dopo l’arrivo dei primi, con a riva i segnali di una seconda regata, il vento ha accennato a calare come da pronostico. Panini e bordeggio vagabondo in attesa dell’ultimo regatante. Nel frattempo il vento ha riconquistato l’iniziale intensità con un accenno a nord est per poi ripristinare le condizioni della prima gara. Seconda agguerritissima partenza e ripetizione anche degli attori principali con l’aggiunta, tra le prime file di Nambawan che scegliendo una ottima opzione di partenza si aggregava a pieno titolo tra i battistrada.
Nel raggruppamento Crociera la prima regata è stata condotta da Felgiva seguita da Mirage ed H2O, in classifica questi ultimi hanno pagato il loro compenso. Nella seconda regata ancora in testa Felgiva tallonata da H2O e Breeze. Nel raggruppamento Vele Bianche si sono alternati al comando TIp Tap Secondo Tempo e Akela che si sono imposti rispettivamente nella prima e seconda prova.
Il sole e la contentezza di poter regatare con vento e mare giusti hanno riscaldato animi e corpi (infreddoliti) ed alla fine qualche ritiro ma grande soddisfazione generale. Dopo il rientro in porto riassetto delle barche, solite chiacchiere e tutti a vedere le classifiche con evidenziati i premiati overall dei vari raggruppamenti che hanno conquistato il Trofeo Luigi Capozzi in memoria dell’ex presidente CVF e Capo Pilota del Porto di Fiumicino.

I vincitori sono stati:

1° Raggruppamento Regata ORC          
ITA16177 NON MOLLARE MAI di PAOLO FABRIZI

2° raggruppamento Regata ORC          
ITA15368 TIMBACTU di SERGIO CALABRESE

Raggruppamento Crociera ORC            
ITA1395 PEPE di BOZZUFFI PIER MARIO

1° Raggruppamento Regata IRC           
ITA 14114 SLY FOX DI PINO RASELLI

2° raggruppamento Regata IRC            
ITA15368 TIMBACTU di SERGIO CALABRESE

1°Raggruppamento Crociera IRC           
ITA15249 TEVERE REMO FELGIVA di CARLO DI CARLO

2° Raggruppamento Crociera IRC          
ITA17112 LYSITHEA di ROBERTO BOCCI

Raggruppamento Vele Bianche            
ITA 12812 TIP TAP SECONDO TEMPO di PETTIROSSI/DE ROSA

Classifiche e tracciamenti sul sito www.cvfiumicino.it



U.V.A.I. - Unione Vela Altura Italiana