Vai direttamente ai contenuti della pagina
17 luglio 2018

APPROFONDIMENTI COPPA ITALIA. INTERVISTA

Giancarlo Simeoli*, General Manager di Duende - Aeronautica Militare

La Coppa Italia 2018 ha dato visibilità a molti nuovi protagonisti, tra i quali sono emersi i giovani di Duende. Noi con piacere presentiamo “l’anima” del progetto sportivo della barca gialla.

Giancarlo da molto tempo sei impegnato in prima persona in questo “tuo” progetto di altura e ora si vedono i frutti del buon lavoro, puoi raccontarci qualche particolare sulle grandi performaces avute negli ultimi mesi?
I risultati di questa stagione 2018 per la Sezione Velica Aeronautica di Vigna di Valle, sono frutto di uno specifico progetto sportivo dedicato e concordato con ogni singolo atleta militare o componente civile del team supportato personalmente per un costante miglioramento. Il compito che mi è stato affidato come direttore tecnico sta sopratutto nel salvaguardare e incrementare l’attività di un ristrettissimo gruppo di atleti militari di vela, che si occupano di attività sportive Federali: nelle classi olimpiche, nella vela d’altura e nei mini. Ho cercato nel mio compito di valutare e valorizzare le qualità dei singoli atleti che mi sono stati affidati, attivandomi per promuovere un’attività di eccellenza nautica italiana.
I ragazzi che compongono il nucleo del team sono dei bravi militari/atleti e si sono impegnati alle stesse condizioni dei molti volontari civili che hanno permesso la realizzazione di questa ambiziosa sfida.
 
Qual è oggi il tuo ruolo a bordo e a terra?
Fin da giovane sono impegnato nel ruolo di timoniere e tattica, ma attualmente con l’ingresso al timone del giovane talento (Niccolò Bertola), mi occupo della gestione generale, per spingere l’imbarcazione e il suo equipaggio all’aumento delle performance.
Come interessante notizia tecnica vi dico che il Vismara 46 è “senza carrello randa” e vista l’elevata superficie velica diventa un fattore complesso da gestire per ottimizzare la velocità della barca.
 
Nel futuro della vostra altura c’è qualche sogno nel cassetto?
Oggi l’Aeronautica si trova protagonista e orgogliosa nel comunicare un messaggio positivo e di efficenza dello Stato italiano e sicuramente penso che si vorrà anche l’anno prossimo continuare nel supportare un team che possa vincere anche a livello internazionale.
Vorrei inoltre personalmente poter dedicare più tempo per un progetto sportivo di “lavoro in team” che ritengo sia fondamentale nell’educazione dei ragazzi italiani e di poter continuare con successo mia attività oceanica che ho da qualche anno intrapreso che ci sarà utile per le future sfide veliche.
 
* Direttore Sportivo della Sezione Velica Aeronautica di Vigna di Valle.
 



U.V.A.I. - Unione Vela Altura Italiana