Vai direttamente ai contenuti della pagina
19 dicembre 2017

Marina di Ravenna. Ultima giornata del Campionato d’Inverno

La terza giornata in calendario e ultima dell'anno 2017 ha regalato un giorno ventoso per il passaggio di una perturbazione sulla Croazia portando un vento da ostro variabile tra i 14 e 25 nodi che rapidamente ha ingrossato il mare mettendo a dura prova equipaggi e imbarcazioni. Purtroppo si sono registrati due disalberamenti senza conseguenze per gli equipaggi che hanno impegnato duramente l’organizzazione.
La prima regata di giornata è stata annullata in quanto la boa di bolina è stata agganciata da un imbarcazione che l’ha trascinata per più di mezzo miglio dalla sua posizione compromettendo il regolare svolgimento della prova sebbene la giuria avesse prontamente sostituito la boa con un gommone che esponeva la bandiera mike, ma ormai molti equipaggi avevano seguito la boa allungando in modo considerevole la propria regata.
La seconda prova di giornata invece ha dato grandi soddisfazioni a tutti i partecipanti in quanto il vento costante di ostro arrivando a 25 nodi proprio nell’ultima poppa ha portato alcune imbarcazioni a planare fino a 17 nodi con notevole spettacolo per tutti. Primo al traguardo per la classe regata il Farr 40 Shear Terror di Setti/Salotti seguito dal GS 43 Blue Sky di Claudio Terrieri che per qualche secondo sulla linea di arrivo ha battuto Fragolina di Omero Giangrandi che a sua volta proprio negli ultimi 100 metri ha superato il Farr 40 Irina di Guglielmo Maurizio. Nella classe crociera ha prevalso il GS 45 Anita di Franco Morandi seguito dal Delta 120  Apache di Stefano Maranesi seguito dal Benetau Oceanis 50 Linea d’Ombra di Ilaria Fabbri.

Il prossimo appuntamento sarà la tradizionale veleggiata di Santo Stefano dove prima delle boe si tengono in considerazione i panettoni. L'invernale proseguirà con la prima prova a metà gennaio.



U.V.A.I. - Unione Vela Altura Italiana