Vai direttamente ai contenuti della pagina
13 maggio 2017

Ange Trasparent vince il trofeo challenger Rolex Capri SW

Titolo di Campione Nazionale del Tirreno per Ange Trasparent II e Sagola Biotrading.
Nella classe Farr 40 vince Enfant Terrible, mentre per la flotta Mylius vittoria a Oscar 3.

Ange Trasparent II, lo Swan 45 dell’armatore Valter Pizzoli, si è aggiudicato il trofeo challenger Rolex, assegnato al team che ha realizzato i migliori piazzamenti tra tutte le prove della Rolex Capri Sailing Week. Lo Swan 45 dello YC Monaco ha superato di ben 13 punti in classifica Cippa Lippa Rossa (YC Punta Ala) dell’armatore Paolo Guido Gamucci e di 24 i napoletani di Le Coq Hardì (CRV Italia) di Maurizio Pavesi. Ai vincitori assegnato anche lo speciale riconoscimento della Rolex, un orologio modello Submariner, destinato all’armatore.
Nelle acque di Capri assegnati anche i titoli di Campione Nazionale del Tirreno 2017, dopo cinque regate a conquistare il primato nel raggruppamento ORC A, quello delle barche più grandi, è stato sempre Ange Trasparent II, con a bordo il tailer napoletano Lars Borgstrom, che ha superato in classifica Mela (CN Marina di Carrara) di Andrea Rossi e Vahiné (YC Capri Marina di Capri) di Francesco Rapone. Nel gruppo ORC B, la vittoria è andata ai siciliani di Sagola Biotrading (YC Favignana) di Peppe Fornich, che si laureano Campioni del Tirreno, alle loro spalle Geex (CV Fiumicino) di Angelo Lobinu e Sly Fox (TICC Savoia) di Piero Salatino e Roberto Fottichia.
Un vento di ponente di 10-12 nodi d’intensità, con un moto ondoso basso e regolare, ha caratterizzato l’ultima giornata delle regate nelle acque dell’isola di Capri, ma le partenze sono risultate determinanti per la vittoria finale: “Abbiamo conquistato il titolo grazie alla regata odierna", afferma Lars Borgstrom, "grazie alle scelte del nostro randista e del tattico. La partenza era complicata con tutti che andavano nella stessa direzione, ma poi togliendoci dagli scarichi degli altri abbiamo trovato aria e quindi navigato meglio degli avversari. Contenendo il distacco sulle grandi al traguardo, e con il gioco dei compensati, dal quarto posto all’arrivo siamo passati primi scavalcando i rivali di Mela nella classifica finale”.
Per il resto della flotta, nel gruppo IRC A delle barche grandi, la vittoria finale è andata a Vahinè 7 (YC Capri Marina di Capri) di Francesco Raponi, mentre nel Gruppo B (le barche piccole) a vincere è stata Sagola Biotrading di Fornich su Faster 2 (YC Punta Ala) di Francesco Focosi.
A completare il quadro dei vincitori della settimana velica della Rolex Capri Sailing Week, nelle regate dedicate ai Farr 40 Enfant Terrible (Deep Water Association) timonata dall’armatore Alberto Rossi, al quale è andato l’orologio Rolex submariner, con Vasco Vascotto alla tattica, che ha vinto sugli americani di Flash Gordon (YC Chicago) dell’armatore Helmut e Evan Jahn, terzo Pazza Idea (YC Hannibal) di Pierluigi Besciani con al timone Claudia Rossi, coadiuvata dal tattico Matteo Ivaldi.
Nella flotta Mylius ha vinto Oscar 3 (YC Cala dei Medici) di Aldo Parisotto, al quale è andato l’orologio Rolex-Submariner. Il team del patron padovano ha superato in graduatoria Frà Diavolo (YC Gaeta) di Vincezo Addessi, con alla tattica Paolo Scutellaro, e Ars Una (ASD Granlasco) degli armatori Rocchi-Biscarini
Info www.rolexcaprisailingweek.com
 



U.V.A.I. - Unione Vela Altura Italiana